Cividate: in coma al Niguarda il 72enne massacrato da ladri

Giovanni "Nello" Balestra lotta tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva. Parla il figlio dall'ospedale di Treviglio: "Erano cattivi, feroci, disumani"

Cividate al Piano: sangue sul luogo dell'aggressione (fonte: frame Bergamonews‎)

Restano gravissime le condizioni di Giovanni "Nello" Balestra, il 72enne massacrato con una spranga di ferro da una banda di ladri, martedì sera presso l'azienda di famiglia a Cividate al Piano, sul confine bergamasco.

L'uomo è in terapia intensiva all'ospedale Niguarda di Milano, tenuto dai medici in coma farmacologico. Al suo fianco la moglie Paola e il figlio Fabio.

In quei drammatici istanti, assieme al 72enne era presente l'altro figlio, Adriano, ricoverato all'ospedale di Treviglio con lo scafoide rotto e il setto nasale frantumato. Si è salvato dalla furia dei banditi appendendosi a uno scaffale su cui vengono depositate barre di alluminio, riuscendo poi a rannicchiarsi in un angolo contro il muro.

"Erano cattivi, feroci, disumani - racconta all'Eco di Bergamo -. Urlavano mentre con le sbarre di ferro massacravano mio padre. Quanto è arrivato si sono accaniti contro di lui. Gli hanno spaccato la faccia, la testa, le costole. Non è un essere umano uno che picchia a quel modo un uomo di 72 anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento