rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Cividate: in coma al Niguarda il 72enne massacrato da ladri

Giovanni "Nello" Balestra lotta tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva. Parla il figlio dall'ospedale di Treviglio: "Erano cattivi, feroci, disumani"

Restano gravissime le condizioni di Giovanni "Nello" Balestra, il 72enne massacrato con una spranga di ferro da una banda di ladri, martedì sera presso l'azienda di famiglia a Cividate al Piano, sul confine bergamasco.

L'uomo è in terapia intensiva all'ospedale Niguarda di Milano, tenuto dai medici in coma farmacologico. Al suo fianco la moglie Paola e il figlio Fabio.

In quei drammatici istanti, assieme al 72enne era presente l'altro figlio, Adriano, ricoverato all'ospedale di Treviglio con lo scafoide rotto e il setto nasale frantumato. Si è salvato dalla furia dei banditi appendendosi a uno scaffale su cui vengono depositate barre di alluminio, riuscendo poi a rannicchiarsi in un angolo contro il muro.

"Erano cattivi, feroci, disumani - racconta all'Eco di Bergamo -. Urlavano mentre con le sbarre di ferro massacravano mio padre. Quanto è arrivato si sono accaniti contro di lui. Gli hanno spaccato la faccia, la testa, le costole. Non è un essere umano uno che picchia a quel modo un uomo di 72 anni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cividate: in coma al Niguarda il 72enne massacrato da ladri

BresciaToday è in caricamento