Cronaca

Cividate Camuno, come sta la bimba aggredita dal cane: le sue condizioni

La piccola Matilde Gioia, 22 mesi di vita, è ancora in terapia intensiva. Il quadro clinico sarebbe in lieve miglioramento. Domenica pomeriggio è stata azzannata alla nuca dal boxer dei nonni, a Cividate Camuno.

Foto d'archivio

È ancora tropo presto per dichiararla fuori pericolo, ma le condizioni della piccola Matilde Gioia sarebbero in lieve miglioramento. La bimba di appena 22 mesi sta lottando in un letto di terapia intensiva all’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo. Domenica pomeriggio è stata azzannata dal cane dei nonni, un boxer che ha una decina d’anni e non aveva mai dato segno di aggressività.

Tutto è accaduto in una frazione di secondo, attorno alle 15.30 a Cividate Camuno, nel giardino della casa dei nonni: una villa che si affaccia sulla strada al confine con Cogno. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri di Breno, la piccola Matilde era appena uscita assieme alla sua nonna. Stavano camminando in direzione del cancello: all’improvviso il cane l’avrebbe assalita alle spalle e morsa alla nuca, procurandole profonde ferite. Nessun gesto avventato, pare: nulla che avesse potuto spaventare o infastidire il cane che già conosceva la bimba. Tutto è accaduto davanti agli occhi attoniti dei nonni e dei genitori della piccola, la madre Alessia e il padre Stefano: entrambi lavorano all’ospedale di Esine e abitano a Berzo Inferiore.

Immediato l’allarme al 112: in pochi minuti sul posto c’erano già ambulanza e automedica, che hanno provveduto al trasferimento d’urgenza al vicino ospedale di Esine. Le condizioni della bimba di nemmeno 2 anni sono apparse gravissime, così è stata trasportata in elicottero fino all’ospedale di Bergamo. Durante il trasferimento avrebbe avuto un arresto cardiaco, e al momento del ricovero le sue condizioni erano disperate.

Dopo una notte passata in ospedale, trapelano notizie più confortanti: nessun peggioramento, ma anzi segnali che inducono a un, seppur cauto, ottimismo. Il quadro clinico sembra in miglioramento, ma la prognosi resta riservata. Le prossime ore sono decisive: si attendono gli esiti degli accertamenti a cui  la piccola è stata sottoposta.

Carabinieri e tecnici veterinari dell’Ats hanno già raccolto le informazioni e le testimonianze e attendono indicazioni dall’autorità giudiziaria che non si esclude possa aprire un fascicolo d’inchiesta sulla vicenda. Il boxer, al momento, non è stato sequestrato: è ancora all’interno della villa dove si è consumata la brutale aggressione. Quando i militari di Breno sono giunti sul posto, la piccola Matilde Gioia era già stata trasferita in ospedale e il cane appariva tranquillo. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cividate Camuno, come sta la bimba aggredita dal cane: le sue condizioni

BresciaToday è in caricamento