Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Tassa sui rifiuti: 146 euro «a testa», Brescia terza città meno cara d'Italia

Lo rivela un rapporto di Cittadinanzattiva. Prima di Brescia solo Isernia e Matera, con 122 e 135 euro di spesa media pro capite

Brescia tra le prime tre città meno costose per la tassa sui rifiuti. Lo afferma un report dell'Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, sul servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani su tutti i capoluoghi di provincia.

Meglio del nostro capoluogo di provincia, la cui spesa media per la bolletta ammonta a 146 euro, solo Isernia (122 euro) e Matera (135). In quarta posizione, Pordenone con 153 euro. Seguono: Udine (159), Cremona (160), Viterbo (160), Ascoli Piceno (174), Como (176), Vibo Valentia e Verona (176).

La classifica della top ten delle città più care, invece, pone sul gradino più alto del podio Napoli (529 euro); poi Salerno (421 euro), Siracusa (407), Catania (396), Caserta (393), Roma (378), Agrigento (358), Venezia (346), Benevento (346), Carrara (346).

La spesa media per ogni famiglia italiana, spiega il report, è stata di 253 euro, con un aumento del 2,8% rispetto all'anno precedente (più 17,1% tra il 2007 e il 2011).

Rispetto ad un anno fa, aumenti a due cifre per otto città: Bari (+30%), Messina (+22%), Firenze (+21%), Novara (+19%), Avellino (+16%), Trapani (+15%), Milano (+14%) e Catanzaro (+10%).

"La ricerca mette in luce due tristi realtà - dichiara Tina Napoli, responsabile area consumatori di Cittadinanzattiva - da un lato emerge che il servizio non migliora mentre i costi sono sempre maggiori, dall'altro che l'Italia sconta un ritardo ormai grave rispetto al resto d'Europa. Auspichiamo - conclude - che diventi una priorità per il nuovo governo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti: 146 euro «a testa», Brescia terza città meno cara d'Italia

BresciaToday è in caricamento