rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Gussago

Mazzate a lapidi e tombe, cimitero devastato dai ladri

Hanno rubato rame, bronzo e ottone, provocando danni per migliaia e migliaia di euro: profanate più di 60 tombe, molte di queste sono state prese a mazzate

Hanno preso a mazzate lapidi e tombe, certo per rubare oggetti di metallo (rame, bronzo e ottone) ma con l'ombra di una rabbia sacrilega che ha lasciato il paese senza parole. E' successo a Gussago, l'altra notte: una “banda” ha fatto razzia all'intero del cimitero, non lontano dalla Strada Provinciale, profanando in tutto almeno una sessantina di tombe.

Sull'accaduto indagano i carabinieri, che avrebbero già recupero una piccola parte della refurtiva, che forse i malviventi hanno gettato (perché di poco valore) oppure che potrebbero aver perso nella fuga. Non è chiaro in quanti abbiano agito: forse due o forse tre, ma sulle indagini giustamente gli inquirenti mantengono il massimo riserbo.

Non è dato sapere se i ladri blasfemi siano stati in qualche modo inquadrati dalle telecamere. Sarebbero entrati dal retro, senza farsi vedere dalla strada, nella notte tra lunedì e martedì. Erano armati, probabilmente di una mazza da cantiere: con quella hanno sferrato i colpi anche "fatali" alle lapidi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzate a lapidi e tombe, cimitero devastato dai ladri

BresciaToday è in caricamento