Cronaca

Ciclone in Mozambico, ingenti danni alle aree di intervento della Cooperazione bresciana

Le ong Mmi, Scaip e Svi insieme al Centro Missionario Diocesano di Brescia lanciano un appello urgente di raccolta fondi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Nella giornata del 15 febbraio, un violento ciclone tropicale, denominato Dineo, ha colpito il Mozambico con piogge torrenziali e venti da 130 km/h. Ingenti i danni nella Provincia di Inhambane. Gli operatori delle organizzazioni bresciane, i missionari fidei donum e i padri piamartini sono presenti nei territori di Maxixe, Mocodoene e Morrumbene, aree coinvolte dalla traiettoria del ciclone.

In particolare, le Ong MMI, SCAIP e SVI, al momento hanno presenti laggiù 8 tra volontari espatriati e ragazzi in Servizio Civile, di cui 3 bresciani. I nostri operatori in loco comunicano di non aver riportato ferite, mentre ci sono vittime fra la popolazione, in numero ancora da stabilire. Vengono segnalati numerosi danni a strutture pubbliche e private. I fortissimi venti hanno scoperchiato tetti e abbattuto linee elettriche. In questo momento ci stiamo attivando per sostenere gli sfollati e i centri di pubblica utilità colpiti (scuole, convitti, centri di salute ecc.).

Per far fronte a questa emergenza le Ong MMI, SCAIP, SVI e il CMD (Centro Missionario Diocesano di Brescia) operanti da anni nei territori colpiti, lanciano oggi un appello congiunto di raccolta fondi da destinare alle popolazioni colpite nell'area. Seguiranno ulteriori aggiornamenti. Fai la tua donazione ora sul conto corrente intestato a SVI Iban: IT67T0501811200000000192357 Con causale "EMERGENZA CICLONE MOZAMBICO" Per informazioni. Tel. 030 69 50 381 Via Collebeato 26 - Brescia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclone in Mozambico, ingenti danni alle aree di intervento della Cooperazione bresciana

BresciaToday è in caricamento