Cronaca

Ciclista ucciso a Castrezzato: Mauro Grazioli non risponde al Gip

E' accusato di omicidio colposo, omissione di soccorso e falso ideologico

Mohamed Orabi, il ciclista morto investito

Interrogato dal gip Elena Stefana e dal sostituto procuratore Silvia Bonardi, Mauro Grazioli, l’operaio 45enne accusato di aver ucciso un ciclista a Castrezzato, ha deciso di non rispondere. L’uomo è assistito dall’avvocato Stefano Paloschi.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, al momento dell’incidente Grazioli era al volante della propria auto in stato di ebbrezza e senza patente. Per questo motivo, avrebbe poi convinto la moglie a sostenere di essere lei alla guida.

Arrestato dalla Polstrada di Chiari e poi finito ai domiciliari, Grazioli è accusato di omicidio colposo, omissione di soccorso e falso ideologico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista ucciso a Castrezzato: Mauro Grazioli non risponde al Gip

BresciaToday è in caricamento