400 kg di cibo avariato sequestrati a un venditore bresciano

L'operazione è stata condotta dalle fiamme gialle e dal personale dell'Asl. L’uomo è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per commercio e detenzione di sostanze alimentari nocive

Carne (immagine repertorio)

Quattrocento chilogrammi di alimenti pericolosi per la salute e un centinaio tra macchinari e utensili per la lavorazione dei cibi. È quanto hanno sequestrato le fiamme gialle del Gruppo Tutela Economia del Nucleo di Polizia Tributaria Brescia, congiuntamente a personale dell'Asl, a un venditore ambulante. 

L’operazione, scattata nella giornata di mercoledì 16 dicembre, ha permesso di individuare un deposito di alimenti deperibili (principalmente carne, pesce e pane) in assenza dei requisiti igienico-sanitari richiesti dalle normative vigenti

Non solo. A seguito di quanto constatato, è stato emesso un provvedimento amministrativo di sospensione temporanea delle attività di preparazione e vendita di alimenti, al fine di impedire l’utilizzo degli ambienti e delle attrezzature mobili e immobili, sino alla completa ottemperanza alle prescrizioni igienico-sanitarie previste. Inoltre l’uomo è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per commercio e detenzione di sostanze alimentari nocive e in cattivo stato di conservazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento