Cronaca

Ispezione a sorpresa: i Nas chiudono il residence per anziani

Seppur teoricamente avrebbe dovuto essere un residence per anziani, all'interno della struttura si trovavano ben 33 persone non autosufficienti.

Formalmente avrebbe dovuto essere un APA, alloggio protetto per anziani, una sorta di residence, o casa di soggiorno, per usare le parole riportate sul sito internet della struttura. In pratica, però, era a tutti gli effetti una casa di riposo per persone non autosufficienti. I carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazioni nella giornata di ieri, venerdì 24 giugno, hanno messo i sigilli alla struttura, situata a Lugana di Sirmione. 

All’interno del residence, un elegante edificio a quattro piani, con un grande giardino e molti locali per attività varie, edificio un tempo era adibito ad hotel, i militari hanno trovato addirittura 33 persone non autosufficienti. Le persone, suddivise in stanze singole o camere più grandi, per stazionare nella struttura pagavano una retta da 70 euro al giorno. 

Al di là delle grane per la società che gestisce quella che sembra a tutti gli effetti una casa di riposo, o almeno questo è il motivo per cui è stata chiusa, il problema maggiore affrontato nella giornata di ieri dalle istituzioni, come raccontato sulle colonne di Bresciaoggi, è stato trovare una sistemazione per i 33 ospiti. Grazie alla collaborazione di Rsa, Case di riposo e cliniche situate nella zona, a tutti loro è stata trovata una nuova dimora in tempi rapidissimi. Considerando il numero di persone coinvolte, e la loro non autosufficienza che ha complicato le operazioni di trasporto, si è trattato di una vera e propria impresa.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ispezione a sorpresa: i Nas chiudono il residence per anziani

BresciaToday è in caricamento