Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Pisogne: spostano l’armadio, scoperta un’opera del Romanino

Lavori in corso alla chiesa di Santa Maria della Neve a Pisogne: una scoperta straordinaria per i restauratori all'opera, dietro ad un vecchio armadio un affresco di Girolamo Romanino, vecchio di quasi 500 anni

Il particolare di un affresco del Romanino, ancora nella chiesa di Pisogne

Di quell’opera ormai leggendaria se ne erano perse le tracce più di un secolo fa, quando del Cristo alla Colonna del Romanino si narrava in qualche testo d’epoca. Un tesoro invece ritrovato, pochi giorni fa, quando in occasione dei restauri della chiesa di Santa Maria della Neve a Pisogne l’affresco perduto è miracolosamente ricomparso.

Se ne stava là, nascosto. Coperto da un vecchio armadio, in quello che era diventato uno sgabuzzino a tutti gli effetti, con tanto di attrezzatura varia e pure un calorifero. Del disegno quasi non c’era più traccia: le linee sono ‘scrostate’, i colori assai sbiaditi. Solo l’ombra di quell’opera antica, vecchia anche di 500 anni.

Riscoperta, e ritrovata. Dai ragazzi che da qualche mese stanno tenendo d’occhio la chiesa, tutta da restaurare, da rimettere a nuovo. Con l’inatteso vigore di una scoperta più unica che rara, quel Cristo legato alla colonna di Girolamo Romanino, dipinto in un ‘camerino’ dietro al campanile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisogne: spostano l’armadio, scoperta un’opera del Romanino

BresciaToday è in caricamento