menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La scoperta durante un controllo: patente (falsa) emessa nel 1926

Da un normale controllo effettuato dagli agenti della Polstrada di Chiari la “sensazionale” scoperta di un 35enne che guidava con una patente emessa nel lontano 1926

Chi l’ha falsificata non deve essere un genio, ma nemmeno tanto sveglio è chi la utilizzava, pensando di farla franca. La storia che viene da Chiari ha dell’incredibile, eppure è tutto vero. Protagonista della vicenda un pakistano 35enne, immigrato regolare, lavoratore regolare, incensurato, ma automobilista “distratto”. 

Durante un controllo effettuato lungo la Sp 17 dalla Polizia stradale di Chiari, gli agenti si sono imbattuti in un cittadino che abita proprio a due passi dalla loro caserma di via Gian Battista Rota. L’uomo era alla guida della sua Fiat Punto, regolarmente acquistata, e sembrava essere tutto in regola fino al momento del controllo della patente. La scoperta infatti c’è stata quando l’agente ha visto la data di emissione del documento: 1926. A quel tempo probabilmente non erano nati nemmeno i genitori dell’automobilista pakistano, eppure lui non si era fatto problemi a guidare con una patente falsa che riportava quella data. 

La storia è raccontata sulle colonne di Bresciaoggi. Al pakistano, T.A. le sue iniziali, è stata inflitta una multa da 5mila euro e gli è stata sequestata l’auto. Gli sarebbe costato di meno fare la patente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lombardia, vaccino anti Covid 50-59 anni: quando e come prenotare

  • Cronaca

    Lumezzane: ritrovato sano e salvo il 20enne Mubarik Khizar

  • Cronaca

    Ha solo 20 anni, ma è già una narcotrafficante: presa con 100 grammi di cocaina

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento