Cronaca

Ladri scappano a piedi: in tasca l'elenco dei furti ancora da compiere

In manette due giovani moldavi, di 19 e di 24 anni, fermati e arrestati (dopo un inseguimento a piedi) dagli agenti della Polizia Stradale di Chiari. A bordo di un furgone rubato, in tasca nascondevano i 'pizzini' dei furti ancora da fare

La Polizia Stradale di Chiari ha arrestato due giovani rapinatori, in uscita dal casello dell’autostrada BreBeMi. Stavano viaggiando a bordo di un furgone rubato, una volta ‘beccati’ e interrogati si è scoperto che nascondevano pure dei veri e propri ‘pizzini’, appunti volanti di una sorta di taccuino di lavoro, in cui avevano annotato i prossimi colpi da mettere a segno.

A finire in manette due giovani stranieri di origine moldava, di 19 e di 24 anni. Qualche precedente alle spalle, una ‘carriera’ già ben avviati. Fermati a bordo di un furgone rubato qualche giorno prima alla Caorle Seafood, ditta con sede nella nota località balneare veneta. Alla vista dei poliziotti però hanno abbandonato il mezzo, e hanno cercato di scappare a piedi, in mezzo alla campagna.

Inseguiti dai poliziotti sono stati raggiunti e infine bloccati. In caserma la scoperta decisiva: non solo il furgone rubato, ma un lungo elenco di colpi da mettere a segno: indirizzi e indicazioni, nomi di ditte, aziende e qualche abitazione. I ‘pizzini’ sono stati sequestrati e messi a disposizione del magistrato, che dovrà ora ricostruire la rete dei furti e il loro campo d'azione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri scappano a piedi: in tasca l'elenco dei furti ancora da compiere

BresciaToday è in caricamento