Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Un malore all’improvviso: e tutto il paese piange Max il barista

Il ricordo di Massimiliano Libretti, gestore insieme ai genitori del bar Moderno di Chiari: stroncato da un malore, probabilmente un infarto, a soli 44 anni. In paese lo conoscevano tutti anche per le sue attività nel sociale

Il bar Moderno di Chiari

Pare che a ucciderlo sia stato un improvviso attacco di cuore: un infarto che si è portato via per sempre il 44enne Massimiliano 'Max' Libretti, volto più che noto a Chiari, gestore insieme ai genitori Franco e Santina del bar ‘Moderno’ di Piazza Martiri della Libertà.

Lo conoscevano tutti in paese: per il suo lavoro dietro il bancone, per la sua passione sportiva. Era tra i fondatori del Rustico Belfiore Football Club, ovviamente dedicato all’omonimo rifugio per animali, oltre al centro diurno per disabili. Tutti ricordano il suo impegno nel sociale.

Si è sentito male giovedì pomeriggio: nonostante il tempestivo ricovero in ospedale, per lui non c’è stato nulla da fare. Classe 1971, Massimiliano era figlio unico. Oltre al lavoro al bar negli anni aveva fatto pure l’agente immobiliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un malore all’improvviso: e tutto il paese piange Max il barista

BresciaToday è in caricamento