rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Chiari

Mal di testa e febbre alta, è meningite: ragazzino in gravi condizioni

E' ricoverato in gravi condizioni al Civile di Brescia il ragazzino di 13 anni che il giorno di Pasquetta è stato accompagnato in ospedale a Chiari con la febbre a 40

Un ragazzino bresciano di 13 anni è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione pediatrica del Civile di Brescia: stando a quanto riportato da Bresciaoggi, che comunque riferisce di un suo miglioramento clinico, il giovane sarebbe stato infettato e colpito da una sepsi meningococcica, patologia molto grave caratterizzata (dopo il periodo di incubazione) da un esordio improvviso con febbre, cefalea intensa, rigidità nucale, nausea e vomito.

Il giovane è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale Mellino Mellini di Chiari a seguito del peggioramento delle sue condizioni. Si sarebbe sentito male alla vigilia di Pasqua: niente di preoccupante, sembrava un raffreddore o tutt'alpiù un'influenza. In meno di 24 ore però la febbre ha raggiunto e superato i 40 gradi.

I genitori l'hanno accompagnato allora in ospedale, il giorno di Pasquetta: qui è stato immediatamente ricoverato, e verificata la diagnosi subito trasferito nel reparto specializzato del Civile di Brescia.

Come da prassi, è già scattata la profilassi antibiotica (in questo caso a base di Ciproxin). Sono stati già sottoposti a terapia circa una quarantina di persone tra familiari, amici e conoscenti che sarebbero venuti a contatto con lui in tempi recenti. Anche ai medici e agli infermieri che l'hanno assistito per primi, in tutto sei persone, è stato somministrato l'antibiotico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mal di testa e febbre alta, è meningite: ragazzino in gravi condizioni

BresciaToday è in caricamento