menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Chiari: ladro di rame colpisce i Carabinieri con una grondaia

Colluttazione pericolosa - per fortuna senza gravi conseguenze - tra i Carabinieri di Chiari e un ladro di rame colto sul fatto: nel tentar la fuga ha colpito in testa un militare utilizzando una grondaia appena rubata

E’ stato beccato in flagranza di reato dai Carabinieri della Compagnia di Chiari, impegnato a fare una sorta di inventario di quanto appena sottratto. Un bottino fatto di grondaie in rame e coperture di tetti, rubati pochi attimi prima dal condominio Borgo Marengo, sempre a Chiari. Alla vista dei militari ha cercato di scappare, e per farsi strada ha addirittura utilizzato un pezzo di grondaia come mazza, colpendo in testa un Carabinieri.

Una colluttazione a prima vista pericolosissima, ma che per fortuna si è risolta in pochi attimi. L’uomo – un pluripregiudicato originario della provincia di Napoli, da tempo nullafacente – è stato subito immobilizzato e condotto in caserma, dove è stato interrogato e arrestato, ai domiciliari in attesa del processo.

Si era messo al lavoro di buona lena, asportando numerose grondaie dai lati del condominio, nel cuore della notte. Le ha poi smontate una ad una, per renderle trasportabili, le stava ‘appoggiando’ nei garage sotterranei dello stesso condominio, magari per passare a prenderle con calma, qualche ora più tardi.

Colto in flagranza dalla pattuglia dei militari impegnata come tante altre in un lungo weekend di servizi straordinari sul territorio, da Chiari a Ospitaletto a Rovato. I Carabinieri hanno passato al setaccio l’intera Franciacorta, controllando in tutto 129 persone, tra cui 23 pregiudicati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, contagi da zona rossa: attesa decisione della Regione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento