Nel pieno dell'emergenza rubarono 150 mascherine FFP2: nei guai due dipendenti dell'ospedale

Il furto è stato scoperto grazie alle videocamere. I due dipendenti hanno riconosciuto le loro responsabilità

Hanno rubato degli oggetti fondamentali (ed estremamente ricercati, a quel tempo) per poter consentire a loro colleghi di lavorare in sicurezza, senza mettere in pericolo i pazienti. Due dipendenti del Mellino Mellini di Chiari sono stati incastrati mentre rubavano ben 150 mascherine FFP2 dal magazzino dell'ospedale. Il furto è avvenuto ad inizio aprile, nel pieno dell'emergenza, ne dà notizia il quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

I fatti. I due dipendenti, che per le loro mansioni avevano accesso al magazzino, pensando di farla franca prelevarono circa 150 mascherine FFP2, portandole a casa propria. Qualcuno si accorse però dell'ammanco ed opportunamente avvisò l'ufficio procedimenti disciplinari, che fece partire l'indagine interna. La prova del furto è arrivata dalle immagini delle videocamere di sorveglianza situate nel magazzino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Messi di fronte alla loro responsabilità, i due dipendenti hanno ammesso il furto. Rimborsato l'ospedale per le mascherine rubate (350 euro), i due hanno "patteggiato" la sospensione dal servizio e la restituzione di un mese di stipendio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

  • Coronavirus, allarme focolaio nel Mantovano: 97 positivi in un'azienda agricola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento