Cronaca

Vendeva permessi di soggiorno: casa e 3 negozi confiscati a un bresciano

In fuga dal 2009, arrestato in Thailandia nel 2013 dove aveva continuato a praticare la sua illecità attività: permessi di soggiorno in cambio di denaro. Sequestrati immobili milionari a un finanziere bresciano

Foto d'archivio

Permessi di soggiorno facili in cambio di soldi, tanti soldi. Era questo il “core business” di un finanziere bresciano di 42 anni di Chiari, in fuga dalla giustizia italiana fin dal 2009. Era stato poi arrestato in Thailandia nel 2013, dove aveva continuato le sue attività illecite attraverso una rete di società e banche che, appunto, fornivano permessi di soggiorno in cambio di denaro.

Negli anni il finanziere aveva accumulato una considerevole ricchezza. Già nel 2011, quando ancora era in fuga, il tribunale di Milano gli aveva già sequestrato beni immobiliare per milioni e milioni di euro.

Pare che negli anni avesse “prodotto” più di 8000 permessi di soggiorno, e guadagnato cifre da capogiro: quando venne arrestato, a Chang Mai in Thailandia (dove viveva con la fidanzata), in banca nascondeva un tesoretto di oltre 10 milioni di dollari.

Spesso c'era anche una strategia, per evitare la confisca: un'ipoteca sulla casa, che bloccava così la possibilità di essere immediatamente confiscato. Nel 2013, l'arresto: e l'apertura di vaso di pandora che coinvolgeva decine di persone, e che negli anni ha fruttato milioni di euro.

Alcuni di questi beni saranno acquisiti a brevissimo dal Comune di Milano, nell'ambito di un progetto nazionale sui beni sequestrati alla criminalità. In particolare, al finanziere verranno sequestrati addirittura un'abitazione, tre negozi e quattro magazzini.

Questi e altri beni saranno aperti e visibili al pubblico in occasione del Festival dei beni confiscati alle mafie, in programma a Milano dal 30 marzo al 2 aprile. Il patrimonio degli immobili sequestrati alla criminalità, e oggi gestiti dal Comune, conta più di 160 unità immobiliari già assegnate, e altre 11 in fase di assegnazione o acquisizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendeva permessi di soggiorno: casa e 3 negozi confiscati a un bresciano

BresciaToday è in caricamento