Cronaca

Omicidio Stefania: pioggia di insulti e minacce, chiuso il profilo Facebook dell'assassina

Da giorni la pagina Facebook di Chiara Alessandri era presa di mira dagli utenti: centinaia di minacce e di insulti, anche rivolti alle amiche della donna, ora rimossi per sempre.

Qualcuno le augurava di morire tra atroci sofferenze e sevizie, altri si 'limitavano' a una irripetibile sequela di insulti: ancor prima che la confessione dell'assassina di Stefania Crotti fosse di pubblico dominio, il popolo dei social aveva già cominciato a bersagliare il profilo Facebook di Chiara Alessandri.

Nei commenti alle foto (pubbliche) della donna gli utenti hanno scritto qualsiasi cosa e neppure le malcapitate persone che compaiono in alcuni scatti postati dalla Alessandri- rea confessa dell'omicidio della moglie dell'ex amante Stefano Del Bello, uccisa con 4 martellate alla testa-  sono state risparmiate dalla valanga di insulti e minacce.

Un tribunale virtuale che non ha avuto pietà per nessuno, infliggendo le torture più atroci alle 43enne, madre di tre figli. 'I maiali ti devono mangiare' si legge tra le centinaia di commenti fino a poche ore fa in bella vista sul profilo Facebook della donna.

Non solo minacce e insulti: c'è chi avanza ipotesi investigative e chi pubblica conversazioni private  avute in passato con la donna, con una leggerezza e una cattiveria che lascia davvero senza parole. Proprio per arginare l'inarrestabile serie di messaggi minatori e diffamatori la pagina è stata chiusa e non se ne trova più traccia sul social network.

Un provvedimento necessario, anche per tutelare le tante vittime della vicenda che ha scioccato l'Italia intera: oltre al marito e alla figlioletta di Stefania Crotti, l'anziana madre della assassina e, soprattutto, i suoi tre figli che in questi giorni avrebbero potuto avere libero accesso al profilo e leggere le centinaia di messaggi pieni d'odio e rancore destinati alla loro mamma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Stefania: pioggia di insulti e minacce, chiuso il profilo Facebook dell'assassina

BresciaToday è in caricamento