rotate-mobile
Cronaca Erbusco

La colpisce con 20 martellate, poi la brucia viva: niente ergastolo per Chiara Alessandri

Forse l'epilogo della triste storia che si trascina ormai da quasi un anno e mezzo: niente ergastolo per Chiara Alessandri, condannata a 30 anni per l'omicidio di Stefania Crotti

E' stata condannata a 30 anni di carcere e non all'ergastolo Chiara Alessandri, la donna residente a Gorlago, provincia di Bergamo, che nel gennaio del 2019 uccise la 42enne Stefania Crotti, considerata sua rivale in amore, prima colpendola con un martello e poi dando fuoco al corpo, nelle campagne di Erbusco, quando Crotti invece era ancora viva.

Alessandri ha affrontato il processo con il rito abbreviato: con una condanna più mite il giudice le avrebbe riconosciuto alcune attenuanti. Forse è vero che la donna (e madre di tre bambini) non voleva uccidere la moglie del suo ex amante, Stefano Del Bello. Ma sta di fatto che in quella fredda giornata di gennaio successe davvero di tutto.

Colpita a martellate nel garage

Chiara Alessandri attirerà Stefania Crotti nel suo garage, approfittando dell'ingenuità di un amico – il primo che poi allerterà le forze dell'ordine – che addirittura accompagnerà Crotti sotto casa di Alessandri. E' nel garage che si sarebbe scatenata una lite furibonda: Alessandri colpirà la sua “rivale” con un martello, più e più volte.

Convinta di averla uccisa, almeno così ha ribadito l'imputata, caricherà il corpo sulla sua Mercedes per poi portarlo a Erbusco, in mezzo ai vigneti. E' qui che infine verrà bruciato quello che in realtà non era un cadavere: dall'autopsia, qualche giorno dopo, emergono infatti tracce di fumo nei polmoni. Il che significa che Stefania (anche lei madre) stava ancora respirando, quindi è stata bruciata viva.

Arrestata pochi giorni dopo

Alessandri verrà arrestata pochi giorni dopo. Davanti agli inquirenti ha sempre negato di voler uccidere, e che sarebbe stato tutto uno sbaglio. Per l'accusa invece si sarebbe trattato di un piano premeditato, e anche per questo era stato chiesto l'ergastolo. La donna aveva avuto una breve storia con Stefano Del Bello, marito di Stefania Crotti.

L'uomo dopo qualche settimana però tornerà a casa, dalla sua famiglia. Pare che Alessandri non avesse accettato la separazione, tanto da continuare a insistere con Del Bello per provare a riprendere il rapporto. Con il passare dei giorni i suoi sforzi si concentreranno sulla moglie di Del Bello, che lei considererà un'acerrima rivale in amore. Tanto da ucciderla e darle fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La colpisce con 20 martellate, poi la brucia viva: niente ergastolo per Chiara Alessandri

BresciaToday è in caricamento