Cevo: sono tredici indagati per il crollo della croce di Job

Il fascicolo d'indagine per omicidio colposo della Procura di Brescia: per la morte di Marco Gusmini, il 21enne di Lovere schiacciato dalla croce di Cevo, sono indagate 13 persone

Sono almeno 13 gli indagati iscritti dalla Procura di Brescia a seguito del crollo della Croce di Job che, spezzandosi probabilmente a causa del vento, ha ucciso sul colpo il giovanissimo Marco Gusmini, ragazzo di 21 anni residente a Lovere, sul Sebino bergamasco.

Il fascicolo d’indagine della Procura non esclude l’accusa di omicidio colposo per la tragica vicenda, secondo i magistrati condizionata da errori umani. Tra i nomi eccellenti non mancano sindaco ed ex sindaco di Cevo (Mauro Giovanni Bazzana e Silvio Citroni), oltre all’ex direttore del Museo Diocesano, Ivo Panteghini.

Oltre a loro tecnici ed esponenti dell’associazione dedicata appunto alla Croce del Papa. Un manufatto realizzato appositamente per il passaggio di Giovanni Paolo II a Brescia, e forse non adatto al trasferimento in montagna. Dove comunque ‘giaceva’ ancora dal 2005.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento