Cronaca

Ceto: giugulare tagliata dalla lamiera, operaio muore dissanguato

Vittima dell'incidente è Irid Doci, operaio di 35 anni di origini albanesi. Lascia la moglie e due bambini

CETO. Drammatico infortunio sul lavoro martedì pomeriggio in un capannone della della Metalcamuna.

Attorno alle 18.30, Irid Doci, un operaio di 35 anni, è morto dissanguato a causa di un pezzo di metallo 'impazzito', che gli ha tagliato la vena giugulare. L’uomo stava lavorando con una punzonatrice per forare una lamiera, quando è stato raggiunto dalla scheggia.

Di origini albanesi, Doci lascia la moglie e due bambini, assieme alla madre e ai due fratelli che, straziati dal dolore, nel parcheggio della ditta hanno atteso inutilmente qualche buona notizia dal soccorso medico, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceto: giugulare tagliata dalla lamiera, operaio muore dissanguato

BresciaToday è in caricamento