Riduce in fin di vita la collega colpendola alla testa con una pietra

Autore dell'efferato gesto Domenico Cappellini, operatore ecologico comunale. La vittima è Noemi Belfiore Mondoni, 61enne presidente dell'Associazione e del Comitato Santa Crus

Noemi Belfiore Mondoni

Riduce in fin di vita un'impiegata comunale colpendola alla testa con un oggetto contundente: è successo a Cerveno nella notte tra sabato e domenica.

Protagonista del folle gesto Domenico Cappellini, operatore ecologico del Comune 56enne, residente in paese, sposato e padre di tre figli.

La vittima è invece Noemi Belfiore Mondoni, 61enne (oltre a essere impiegata comunale) presidente dell'Associazione e del Comitato Santa Crus.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, verso l'1 e 30 di notte l'uomo è entrato nella stanza da letto della donna e, armato di una pietra, l'ha colpita al capo e al volto ripetutamente.

Dopo l'aggressione, Cappellini è scappato a casa, dove è stato arrestato dagli agenti della Radiomobile di Breno, mentre la donna è stata trasportata in codice rosso al Civile, dove ha subito un'operazione alla testa.

All'origine di tanta violenza un rapporto amicale tramutatosi nell'uomo in una vera e propria ossessione: da tempo continuava a molestare la Belfiore con diverse chiamate sul cellulare, ma la donna non si era mai decisa a denunciarlo per stalking. Cappellini è stato incarcerato a Canton Mombello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento