Cronaca

In azienda per fare rifornimento al camion, viene trovato morto dai colleghi

La tragedia si è consumata lunedì mattina a Cerveno, davvero in pochi attimi: la vittima è un autotrasportatore bresciano di 56 anni residente a Capo di Ponte

Lo hanno trovato privo di sensi, appoggiato al volante del suo camion. Inutili i tentativi di rianimarlo, purtroppo non c’è stato niente da fare: quando sono arrivati i soccorsi, lui era già morto. Ucciso probabilmente da un malore, forse un infarto, sotto gli occhi sgomenti dei colleghi.

Questo il triste destino di un camionista originario di Capo di Ponte, impegnato come sempre nelle operazioni di carico e scarico della merce all’interno dell’azienda per cui lavorava, a Cerveno. Lunedì mattina stava facendo rifornimento, prima di partire.

Tutto regolare, almeno fino a pochi attimi prima. Il collega addetto al rifornimento ha riempito il serbatoio, poi gli ha fatto cenno che era tutto a posto. Nessuna risposta, e allora si è avvicinato: insieme ad altri dipendenti lo ha trovato appoggiato al volante, che non dava segni di vita. Aveva 56 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In azienda per fare rifornimento al camion, viene trovato morto dai colleghi

BresciaToday è in caricamento