“Era conosciuta da tutti”: l'ultimo abbraccio a Noemi

Uccisa da una malattia incurabile, sabato mattina si è spenta - a 65 anni - Noemi Belfiore Mondoni, storica impiegata del Comune di Cerveno e presidente dell'associazione Santa Crus

Impiegata comunale (foto d’archivio)

Al funerale solo pochi intimi, i parenti stretti. La malattia l'aveva un po' allontanata dalla vita di paese. Non solo: negli ultimi anni aveva dovuto convivere con una pressione costante, se non fisica almeno psicologica.

“Era conosciuta da tutti”, raccontano in paese, e non solo per i suoi 40 anni di onorato servizio in Comune, purtroppo. Nel 2012 infatti era stata vittima di una brutale aggressione: l'operatore ecologico Domenico Cappellini l'aveva aggredita nel cuore della notte, entrando in casa sua e colpendola con una pietra in testa. Ne era uscita, ferita nel corpo e nell'anima.

Noemi Belfiore Mondoni è morta sabato mattina, ma solo lunedì si è saputo in paese. Ha chiuso gli occhi per sempre circondata dall'affetto dei suoi tanti fratelli: Annamaria, Arturo, Johnny, Margherita, Ottavio e Vittorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Il governo approva il decreto per il Natale: i divieti e le regole sugli spostamenti

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento