menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Massaggiatrici in nero: chiusi due centri estetici, multe per 10mila euro

Controlli a tappeto dei carabinieri nei centri estetici cinesi per contrastare il fenomeno della prostituzione e della manodopera clandestina: i risultati

Serrande abbassate e sanzioni per quasi 10mila euro. È il bilancio dei recenti controlli effettuati dai carabinieri in alcuni centri estetici orientali dell'alto Mantovano. Nel mirino dei militari sono finite, in particolare, tre attività, che si trovano a Castiglione delle Stiviere.

Il blitz degli uomini dell'Arma ha portato alla chiusura di entrambi i centri estetici di Castiglione finiti nel mirino. In entrambi i saloni lavoravano infatti due massaggiatrici non in regola, perché prive di contratto di lavoro. Per i titolari, di nazionalità cinese, sono scattate le sanzioni amministrative previste dalla legge. Il conto da pagare è piuttosto salato: quasi 10 mila euro.

Non solo: le serrande dei centri estetici di via Chiassi e via Dunant rimarranno abbassate per alcuni giorni, la licenza è infatti stata sospesa. Tutto in regola, invece, nel centro massaggi di Goito. I controlli hanno coinvolto anche i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro e quelli di Milano. "L’operazione - si legge in una nota diffusa dall'Arma - evidenzia come sia alta, da parte dei Carabinieri, la soglia d’attenzione per ogni possibile sacca d’illegalità, in un settore spesso non così evidente come altre forme di criminalità più comuni". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento