Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Cazzago San Martino

Coltiva marijuana fuori dall'azienda di papà, ragazzo finisce in manette

All'interno della sua abitazione, i militari hanno trovato altre due piante, 50 grammi di hashish e mille euro in contanti

La marijuana sequestrata © Bresciatoday.it

Diceva di coltivare ortaggi, ma in realtà si trattava di marijuana. Sabato 4 settembre, i carabinieri di Cazzago San Martino hanno arrestato un 26enne (M.R. le iniziali) già noto per i suoi precedenti.

In un terreno nei pressi dell’azienda di famiglia, il giovane aveva costruito una piccola serra, dove, al posto di ortaggi e primizie, aveva deciso di coltivare piante di marijuana che avevano raggiunto ben due metri di altezza. I militari hanno perquisito anche la sua abitazione, all’interno della quale hanno trovato altre due piante (questa volta contenute in vasi), circa 50 grammi di hashish, oltre a mlle euro in contanti probabilmente frutto dell'attività di spaccio.

Il giovane è stato arrestato e portato dinanzi al giudice del Tribunale di Brescia. Su richiesta della difesa, è stato disposto il rinvio ad udienza per la definizione del procedimento con rito alternativo; nel frattempo lo spacciatore è tornato in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltiva marijuana fuori dall'azienda di papà, ragazzo finisce in manette

BresciaToday è in caricamento