rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Berzo Demo

Sessant'anni ai fornelli: tutto il paese si ferma per la storica cuoca del Vivione

E' morta a 98 anni Caterina Gnani, la storica titolare – insieme al marito Antonio – del ristorante Vivione di Forno Allione. La piangono i figli e le sorelle

E' come se tutto il paese si fosse fermato, almeno per qualche ora, per ricordare un pezzo di storia che sarà difficile da dimenticare: è morta a 98 anni Caterina Gnani, la storica titolare – insieme al marito ormai scomparso da tempo – del ristorante Vivione di Forno Allione, aperto da più di un secolo e da quasi 60 anni in gestione alla famiglia (oggi se ne occupano i figli di Caterina: Claudio e Mauro con Dolores e Sabrina). 

Caterina Gnani è morta lunedì, ma senza soffrire: fino a poco tempo fa stava bene, lucida e vigile fino all'ultimo, qualche anno fa la si vedeva addirittura ancora in cucina. Ha passato davvero una vita intera dietro i fornelli, a cucinare per gli operai e i viandanti affamati. Insieme al marito Antonio Bernardi aveva preso in gestione, dalla anni '50, la storica trattoria di fianco alla fabbrica.

Da più di 50 anni al Vivione

Qualche anno dopo marito e moglie si era trasferiti al ristorante Vivione, locale ancora più storico (come detto, aperto dai primi del Novecento). Una storia familiare che continua ancora adesso, più di 50 anni dopo. Non c'è più la fabbrica, ma ci sono i turisti e i paesani che ancora apprezzano la cucina di una volta. Tramandata anche attraverso le memorabili ricette di mamma Caterina.

Mercoledì mattina i funerali, nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Demo. Oltre ai figli Claudio e Mauro, Caterina lascia le sorelle Rita e Agnese. La famiglia ringrazia il personale della casa di riposo Fratelli Bona di Capo di Ponte, dove da qualche tempo era ospitata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessant'anni ai fornelli: tutto il paese si ferma per la storica cuoca del Vivione

BresciaToday è in caricamento