Cronaca Castrezzato

Castrezzato: morta 30enne investita dal pirata della strada, è caccia all'uomo

Michela Lupatini è morta all'ospedale di Chiari dopo lunghe ore di agonia. Continuano le ricerche del pirata che l'ha investita. Il sindaco del paese gli chiede di far valere il buon senso e di costituirsi

Michela Lupatini non ce l'ha fatta. La donna di 30 anni investita da un pirata della strada lunedì a Castrezzato è spirata ieri sera all'ospedale di Chiari, dichiarata morta dopo le sei ore di osservazione necessarie all'espianto degli organi.

- Castrezzato: sabato i funerali di Michela, non si trova il pirata

Ne piangono la scomparsa il padre Gianprimo, la mamma Valentina Gotti e la sorella Daisy. Michela era molto conosciuta in paese, dove lavorava com commessa nel negozio di strumenti musicali Cavalli.

La ragazza, al momento dell'incidente, era in compagnia della madre; le due donne stavano tornando a piedi nella loro casa dopo un allenamento in palestra. Improvvisamente MIchela è stata travolta alle spalle dal mezzo: l'urto l'ha poi scaraventata contro la recinzione di un'abitazione. Dalle indagini della polizia stradale è emerso che a investire la 30enne sarebbe stato un furgoncino bianco.


Gli agenti stanno setacciando in territorio alla ricerca dell'autista, anche tramite alcuni numeri della targa forniti da testimoni. "Torna sui tuoi passi e costituisciti. Se può esserci stato uno shock iniziale, ora deve prevalere la ragione": così il sindaco del paese, Gabriella Lupatini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castrezzato: morta 30enne investita dal pirata della strada, è caccia all'uomo

BresciaToday è in caricamento