Casto: ancora bracconieri, trovata una volpe impiccata

Ancora bracconieri, in Valsabbia: nei boschi di Casto trovata una volpe impiccata, e quasi una trentina di trappole per animali. Cacciatori di frodo sono ora accusati di maltrattamento e uccisione di animali

Fonte: GeaPress

Ancora bracconieri alle pendici delle valli bresciane: in un bosco di Casto, in Valsabbia, le guardie ecozoofile dell’Anpana hanno rinvenuto una volpe senza vita, impiccata in un cavo d’acciaio a fianco di una recinzione.

Lungo tutta l’area boschiva sono state recuperate corde e trappole illegali, quasi una trentina, molte di queste appena ‘ripulite’ dagli animali catturati poco prima. Sulla stessa ‘linea’ anche una rete per uccellagione, al cui interno è stato liberato un piccolo merlo, ancora vivo.

Proseguono le indagini, al momento verso ignoti. Ci saranno sicuramente nuovi appostamenti, per cogliere con le mani nel sacco i più recenti bracconieri valsabbini: sono accusati di maltrattamento e uccisione di animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento