Edilizia: sodalizio evade 165 milioni di euro, impiegati 1908 lavoratori irregolari

E' il risultato di una lunga indagine di polizia giudiziaria, grazie alla quale la GdF di Castiglione ha scoperto un'ingente evasione fiscale in campo edile nelle province di Brescia, Mantova, Bergamo, Monza Brianza e Milano

Al termine di lunghe e complesse indagini di polizia giudiziaria, la Guardia di Finanza di Castiglione delle Stiviere ha scoperto un’ingente evasione fiscale nel settore edile, concentrata in primo luogo negli appalti pubblici.

L ’operazione ha consentito di individuare un sodalizio criminoso formato da undici persone, le quali - succendendosi nella gestione di sette diverse società - hanno operato senza rispettare gli obblighi tributari per dei lavori effettuati principalmente nelle province di Brescia, Mantova, Bergamo, Monza Brianza e Milano.

Le indagini hanno permesso di individuare violazioni per 125.104.862 euro di ricavi non dichiarati, 33.347.570 euro di IVA , 5.170.644 euro di IRAP.

Non solo, alle società viene mossa l'accusa di aver impiegato nel cantieri edili ben 1908 lavoratori irregolari, per un mancato versamento di contributi per 2.530.917 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

Torna su
BresciaToday è in caricamento