Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Ragazza s'impicca con un lenzuolo: indagati due dipendenti dell'Opg

La 21enne di era tolta la vita nei bagni dell'Ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere. Il pubblico ministero aveva chiesto l'archiviazione del caso, ma il giudice ha aperto una nuova inchiesta

Si era tolta la vita a soli 21 anni, in un pomeriggio di giugno, impiccandosi nel bagno della struttura psichiatrica di Castiglione delle Stiviere, dov'era ricoverata. Per compiere il tragico gesto aveva utilizzato un lenzuolo: un'estremità fissata alle inferiate della finestra, l'altra al collo, poi si era lasciata cadare. A trovarla e a lanciare l'allarme era stata un'altra ospite della struttura.

Lite coi genitori: ragazza di 14 anni
si impicca nell’armadio

Una vicenda tutt'altro che conclusa. Quel suicidio si poteva evitare? Sulla risposta a tale domanda ruotano le nuove indagini disposte dal giudice, che ha respinto la richiesta d'archiviazione avanzata dal pubblico ministero, aprendo una nuova inchiesta. In attesa che un perito faccia luce sull'episodio, due dipendenti dell'ospedale psichiatrico sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo.

In passato la giovane, con un disturbo borderline di personalità, si era resa protagonista di atti violenti ed aveva trascorso anche alcuni mesi nel carcere milanese di San Vittore, perchè aveva cercato di strangolare l'operatrice di una comunità e tentato di colpire i Carabinieri con alcuni colli di bottiglia. Uscita dal carcere, era stata poi trasferita nella struttura di Castiglione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza s'impicca con un lenzuolo: indagati due dipendenti dell'Opg

BresciaToday è in caricamento