Gioca la nazionale di calcio, ragazza s'impicca in bagno: ipotesi omicidio colposo

La ragazza di 21 anni cercò di togliersi la vita nell'Opg di Castiglione il 20 giugno del 2014, mentre si giocava Italia-Costa Rica: fu un altro paziente a trovarla impiccata in bagno. L'inchiesta della Procura di Brescia

Foto d'archivio

Aveva soltanto 21 anni quando si è impiccata nel bagno dell'Opg, l'ospedale psichiatrico-giudiziario di Castiglione delle Stiviere (ora Rems: Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza), mentre nella sala grande della struttura veniva proiettata la partita Italia-Costa Rica: era il 20 giugno del 2014, si giocavano i Mondiali di calcio. Per quell'episodio, su cui si è indagato a lungo, quattro medici sono stati accusati di omicidio colposo: la sentenza è attesa per le prime settimane del prossimo anno.

Ma il processo va avanti: in queste ultime ore una nuova perizia (richiesta proprio dal giudice) scagionerebbe gli imputati da ogni responsabilità. E già il pubblico ministero aveva chiesto l'archiviazione, poi respinta dal giudice per le indagini preliminari. L'inchiesta è stata avviata dalla Procura di Brescia.

La dinamica

La dinamica dell'accaduto presenta ancora delle lacune, ma è stata in gran parte ricostruita. La giovane, di origini brasiliane, avrebbe detto a medici e operatori di non essere interessata a guardare la partita. Si sarebbe dunque allontanata dalla sala comune, l'ultimo “avvistamento” a quanto pare tra la fine del primo e l'inizio del secondo tempo.

Di lei non si hanno notizie, ma nessuno si sarebbe interessato più di tanto. Finché non venne ritrovata da un altro paziente, ancora viva e con una corda al collo, impiccata nel bagno. Si era legata con un lenzuolo preso probabilmente dalla sua stanza: è rimasta agonizzante per più di mezz'ora prima di essere ritrovata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediatamente soccorsa, venne trasferita d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale di Castiglione, per un momento stabilizzata e di nuovo ricoverata all'ospedale di Desenzano. Ma erano troppo gravi le lesioni riportate: morirà soltanto poche ore più tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento