Cronaca

Molotov contro la porta di casa della ex, poi la insegue per chilometri

Arrestato un 48enne bresciano di Ospitaletto: è accusato di stalking. Avrebbe perfino lanciato una molotov sulla porta di casa della sua ex

Stalker bresciano in manette: per settimane, forse mesi avrebbe perseguitato la sua ex, una donna residente a Castiglione delle Stiviere. Fino agli ultimi (e più clamorosi) episodi, che in rapida sequenza hanno portato all'arresto del 48enne di Ospitaletto, ora ai domiciliari con l'accusa di stalking (atti persecutori).

Non solo l'avrebbe pedinata in auto, costringendola a chiamare i carabinieri: ma le avrebbe pure lanciato una molotov sulla porta di casa. Lunedì scorso è stata la stessa donna a denunciare l'accaduto ai militari, che in pochi giorni hanno ricostruito la vicenda e snodato l'intricata matassa.

Folle gelosia all'origine degli atti persecutori

Grazie alla procedura del “Codice rosso”, per gli episodi di violenza, i rapidi accertamenti hanno permesso ai carabinieri di raggiungere il 48enne a casa: come detto, è stato arrestato per stalking. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti all'origine della persecuzione ci sarebbe una folle gelosia, oltre ovviamente il non aver mai accettato la rottura del rapporto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molotov contro la porta di casa della ex, poi la insegue per chilometri

BresciaToday è in caricamento