Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Rubano reggiseni e mutandine, poi prendono a calci e pugni il negoziante

L'episodio domenica sera in un negozio di Castiglione gestito dai cinesi. Nei guai due giovani donne di 22 e 25 anni

Hanno fatto man bassa di reggiseni e mutandine, dopo averle arraffate dagli scaffali le hanno nascoste sotto i vestiti, pensando di avere aggirato i sistemi di sicurezza e sorveglianza, ma non l'hanno fatta franca.

Tradite dall'allarme proprio mentre si avviavano verso l'uscita, hanno cercato di scappare. Non gli è andata bene: il responsabile del negozio, un cittadino cinese, le ha inseguite e bloccate. Le due giovani donne non si sono arrese: pur di ricavarsi una via di fuga hanno colpito con calci e pugni il commerciante. Tutto inutile: sono state fermate dai carabinieri, che nel frattempo erano arrivati sul posto.

Protagoniste della vicenda, che si è svolta all'interno del mercatone Emei di Castiglione delle Stiviere, nel Mantovano, due giovani donne di origine marocchina: una 22enne e una 25enne senza fissa dimora. Per loro la giornata si è conclusa con una denuncia per furto e per rapina impropria.  

Tutto è accaduto domenica sera: le due donne si sono introdotte nel negozio e, dopo aver accuratamente scelto i completini intimi, li hanno infilati sotto i vestiti. Per non dare nell'occhio sono pure passate dalla cassa, per pagare qualche oggetto di scarso valore: con uno stratagemma hanno provato a eludere il sistema di sorveglianza, senza però riuscirci. Infine il disperato tentativo di fuga e la brutale aggressione al commerciante cinese. Tutto per della biancheria intima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano reggiseni e mutandine, poi prendono a calci e pugni il negoziante

BresciaToday è in caricamento