rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Infermiere del pronto soccorso massacrato di botte: è in gravi condizioni

Aggredito e preso a pugni senza motivo

E' stato ricoverato d'urgenza al Civile di Brescia, e dovrà essere operato in queste ore, l'infermiere di 40 anni che lunedì sera è stato aggredito al pronto soccorso di Castiglione delle Stiviere: come riporta la Gazzetta di Mantova, il sanitario 40enne sarebbe stato preso a pugni da un paziente appena trasportato in ospedale.

Arrivato al San Pellegrino in ambulanza, stava per essere sottoposto ad elettrocardiogramma, quando improvvisamente (e senza apparente motivo) avrebbe assalito l'infermiere che lo stava curando, colpendolo con almeno due pugni al volto. 

Cinquanta giorni di prognosi

Il 40enne è caduto a terra, privo di sensi: il suo aggressore è stato immobilizzato e poi denunciato dai carabinieri, arrivati sul posto in pochi minuti. E' accusato di lesioni gravi e violenza. Tutto è successo poco dopo le 19. L'infermiere ferito è stato medicato sul posto e poi trasferito al Civile: la prognosi è di cinquanta giorni. Il suo aggressore avrebbe detto di non ricordare nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermiere del pronto soccorso massacrato di botte: è in gravi condizioni

BresciaToday è in caricamento