Cronaca Desenzano del Garda / Castiglione delle Stiviere

Moglie massacrata di botte con un cric, condannato a 8 anni

Condannato a otto anni di carcere Giovanni Oleandro, l'uomo di 48 anni di Castiglione che lo scorso settembre aveva massacrato di botte la moglie Franca, dopo averla sorpresa in automobile con il suo amante

Il carcere di Mantova, in Via Poma

Aveva sorpreso la moglie in macchina, con l’amante: accecato dall’ira l’aveva raggiunta, trascinandola verso la sua auto, per poi spingerla con cofano e percuoterla col cric. La donna è stata salvata in extremis, dall’intervento di alcuni operai di passaggio di una vicina fabbrica, a Castiglione.

A poco meno di sei mesi dal pestaggio familiare è stato finalmente condannato Giovanni Oleandro, il 48enne che in preda alla gelosia aveva prima inseguito l’amante fedifrago, e poi aveva quasi massacrato la moglie a colpi di cric.

La donna, la 46enne Franca Dima, si è ripresa completamente dall’infortunio ‘forzato’, e ha pure ottenuto la separazione dall’ormai ex marito. L’uomo intanto è stato condannato a otto anni di carcere (è già in cella, a Mantova) per tentato omicidio, e a 15mila euro di risarcimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moglie massacrata di botte con un cric, condannato a 8 anni

BresciaToday è in caricamento