rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Ruba in un'auto e in un negozio, poi dà di matto in caserma: ragazzo in carcere

Portato in carcere un ragazzo di 22 anni

In uno scatto d'ira ha distrutto la porta della sala d'attesa della caserma dei carabinieri, peggiorando così la sua posizione. Negli uffici dei militari di Castiglione delle Stiviere, l'uomo, un 22enne originario del Marocco, ci era finito dopo aver arraffato un profumo e un telecomando da un'auto in sosta e qualche capo di abbigliamento in un negozio. Ma dopo aver perso le staffe - prendendo a calci e pugni il serramento - ha visto aggiungersi alla lista dei reati già commessi quello di distruzione di opere militari.

Tutto è cominciato in via Mazzini a Castiglione delle Stiviere: una donna che aveva subito un furto sulla sua auto in sosta ha prontamente allertato i carabinieri. La caccia al colpevole è durata lo spazio di qualche minuto: il 22enne - descritto minuziosamente dal vittima e già noto alle forze dell'ordine - è stato individuato in un parcheggio poco distante. Fermato, controllato e identificato: addosso aveva gli oggetti mancanti dall'auto della donna - un profumo ed un telecomando per garage -  ma pure una cintura in pelle e tre felpe che aveva arraffato in un negozio di abbigliamento del comune mantovano. Durante la perquisizione è spuntata anche una bomboletta di spray urticante al peperoncino.

Una volta accompagnato in caserma, il 22enne avrebbe perso la testa distruggendo a suon di calci e pugni una porta. E allora sono scattate le manette e si sono pure aperte le porte del carcere dove attende il processo per direttissima. Nelle prossime ore comparirà davanti al giudice e dovrà rispondere dei reati di distruzione di opere militari, furto aggravato e ricettazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba in un'auto e in un negozio, poi dà di matto in caserma: ragazzo in carcere

BresciaToday è in caricamento