Cronaca Castenedolo

Terrore nel parcheggio: lega le mani a una donna, poi tenta di violentarla

E' successo nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Fascia d'Oro di Castenedolo

Un'esperienza da incubo che forse la segnerà per lunghi anni, quella vissuta da una donna di 40 anni nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Fascia d'Oro di Castenedolo. 

Il fatto è accaduto verso le 15 di venerdì 18 ottobre, ma le indagini sono ancora in corso e i carabinieri mantengono il massimo riserbo sull'accaduto. Come riportato da Bresciaoggi, la 40enne  sarebbe stata avvicinata mentre saliva in auto da un uomo col volto coperto da passamontagna, che le ha poi puntato addosso una pistola. Un italiano, probabilmente, visto che la vittima ha dichiarato di non aver percepito alcun accento straniero.

Con la minaccia dell'arma, le ha detto di salire in macchina e l'ha fatta dirigere in un angolo appartato del parcheggio. A quel punto le ha legato le mani con delle fascette e le ha ordinato di scendere. Una volta fuori, l'ha gettata a terra e le è saltato addosso: quando ha cercato di abbassarle i pantaloni per violentarla, la 40enne si è ripresa dalla shock e - nonostante la minaccia dell'arma - ha cercato di reagire, provando a colpire lo stupratore e urlando a squarcia gola.

Non riuscendo a bloccarla e a farla smettere di gridare, il malvivente si è spaventato e ha deciso di scappare a gambe levate prima che accorresse qualcuno. Anche la 40enne ha iniziato a correre fuori dal parcheggio in stato di shock: è stato l'autista di un mezzo pubblico a soccorrerla lungo la strada. Subito ha raccontato quanto accaduto e sono stati allertati i carabinieri: le indagini per risalire all'identità dell'aggressore continuano senza sosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrore nel parcheggio: lega le mani a una donna, poi tenta di violentarla

BresciaToday è in caricamento