Traffico di rifiuti e fatture false per 3 milioni di euro: azienda nei guai

Nove persone denunciate. L’indagine si è conclusa il sequestro preventivo di oltre 2,5 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Brescia, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha portato a termine una complessa attività d’indagine, che ha consentito di individuare un traffico illecito di rifiuti speciali non pericolosi (rottami metallici, in prevalenza rame) sul territorio della nostra provincia.

In seguito al controllo di una ditta di Castenedolo per una verifica fiscale, i Finanzieri hanno fermato un autocarro con a bordo oltre un quintale di rottami metallici privo dei documenti giustificativi.

Sono così scattate indagini più serrate, che, complessivamente, hanno portato alla denuncia di 9 italiani (8 residenti nel Bresciano e uno emigrato in Spagna) per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti, ricettazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti per un totale di circa 3 milioni di euro.

L’indagine si è conclusa con l’esecuzione del sequestro preventivo dei mezzi utilizzati per commettere il reato e il conseguente profitto, per un ammontare di oltre 2,5 milioni di euro.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

  • Lui è in gravi condizioni, rischia di morire: marito e moglie sposi in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento