Una montagna di schiuma bianca invade la roggia: allarme ambientale

L'episodio nei giorni scorsi, a dare l'allarme i residenti. Ancora da chiarire le cause dello sversamento

Foto d'archivio

Ancora uno sversamento e un corso d'acqua che si riempie di schiuma biancastra: nella Bassa Bresciana si moltiplicano gli episodi d'inquinamento di rogge e canali. L'ultimo allarme è stato lanciato lo scorso mercoledì dalla roggia Razzica di Castenedolo, invasa da un schiuma densa e anche piuttosto maleodorante. 

Quando tutto sembrava tornato alla normalità, 48 ore più tardi, il corso d'acqua si è nuovamente riempito di schiuma. Immediato anche l'allarme alle autorità sanitarie: difficile però capire da dove provenisse lo sversamento, anche a causa delle numerose ramificazioni della roggia. Rimane ancora tutta da chiarire l'origine dell'inquinamento.

Una storia che si ripete. Nelle ultime settimane sono stati segnalati altri due casi d'inquinamento: uno a Vighizzolo, frazione di Montichiari, l'altro a Carpendolo in località Gerole.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

  • Lui è in gravi condizioni, rischia di morire: marito e moglie sposi in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento