Picchiata dal marito, fugge di casa e lo denuncia ai carabinieri

Dopo anni di minacce e percosse, una giovane donna ha trovato la forza di dire basta, denunciando il proprio compagno

Un vero e proprio inferno, fatto di violenza fisica e psicologica, durato anni. Una giovane donna di origine serba di 30 anni di età, residente a Castenedolo, ha trovato la forza e il coraggio per dire basta a un'esistenza da vittima, denunciando l'altrettanto giovane marito. 

Serbo, 32 anni, disoccupato, da anni era un vero e proprio incubo per la propria compagna, minacciata e percossa ripetutamente. Nonostante le forze dell'ordine fossero a conoscenza della situazione, e tenessero costantemente sotto controllo il violento, solo nei giorni scorsi, a margine dell'ennesimo episodio, è avvenuto l'arresto. 

Dopo essere stata picchiata, la 30enne è scappata di casa e si è recata nella caserma dei carabinieri di Castenedolo, dove ha trovato la forza per raccontare tutto. Immediatamente i militari si sono recati a casa del serbo e l'hanno arrestato. Il Tribunale di Brescia ha confermato la misura cautelare in carcere, in attesa del processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento