Carcerato tenta l'evasione scappando a piedi in autostrada

Il tentativo di fuga lunedì pomeriggio in una stazione di servizio di Castenedolo

Un inseguimento in autostrada lunedì pomeriggio ha messo la parola fine al tentativo di evasione di un detenuto tunisino di 33 anni che, rientrando nel carcere di Milano Opera dopo un processo a Venezia, ha provato a fuggire a una stazione di servizio di Castenedolo. Lo racconta, in una nota, il Segretario Generale della Uilpa Penitenziari Eugenio Sarno.

In auto, il detenuto, con fine pena nel 2018, avrebbe chiesto alla scorta di poter andare in bagno. Appena arrivati alla stazione di servizio, il tunisino si è divincolato dagli agenti e ha tentato di fuggire sulle corsie autostradali fino a quando gli uomini della polizia penitenziaria non lo hanno ripreso.

L'uomo - ricorda Sarno - aveva già provato a evadere lo scorso ottobre dal pronto soccorso dell'ospedale di Verona, dove si era fatto ricoverare fingendosi malato. Anche in quell'occasione era stato subito fermato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento