Cronaca

Spacciava cocaina al bar, beccato in "diretta" dai carabinieri

Il locale delle Bettole di Castenedolo era diventato il suo luogo prediletto di spaccio, all'insaputa dei proprietari: è stato arrestato e condannato

Aveva scelto un locale nella zona delle Bettole come luogo prediletto per spacciare cocaina, ovviamente all'insaputa dei proprietari e di gran parte dei clienti. Ma c'erano quelli che invece ormai sapevano bene di trovarlo là: insomma un movimento “sospetto” che negli ultimi giorni aveva insospettito anche i carabinieri.

Sono stati i militari della stazione di Castenedolo a beccare in flagranza il pusher: si tratta di un bresciano di 46 anni, già noto alle forze dell'ordine per reati simili. Lunedì sera è stato avvistato mentre cedeva una dose a un consumatore della zona.

Arrestato in flagranza

Una volta concluso l'affare, è stato raggiunto dai carabinieri che l'hanno subito perquisito: in tasca nascondeva almeno 8 dosi di cocaina da circa un grammo, già pronte per la vendita. Di fronte all'evidenza lo spacciatore non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità.

L'arrestato è stato convalidato: processato per direttissima, è stato condannato a 6 mesi di carcere. Ma con la condizionale: per questo è stato subito liberato. Ma dovrà stare attento: un altro passo falso e la galera non gliela toglie nessuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava cocaina al bar, beccato in "diretta" dai carabinieri

BresciaToday è in caricamento