menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d’archivio

Foto d’archivio

Poesie e preghiere per Cristiano, stroncato da un tumore a 7 anni

Cristiano Callari è stato ucciso da un tumore al cervello, a soli 7 anni. L'intera comunità di Castelnuovo del Garda, le maestre, i compagni di scuola e di calcio lo hanno salutato con preghiere e toccanti parole

Una chiesa troppo piccola per contenere un dolore immenso. La scomparsa di Cristiano Callari ha toccato tutti, come il suo sguardo intenso e pieno di vita aveva colpito le sue insegnati e i suoi compagni di scuola.  

Se n'è andato troppo presto, stroncato da una terribile malattia che lo ha sottratto agli abbracci e alle cure di mamma Luciana e papà Attilio nel giro di un anno. Nel febbraio del 2015 la terribile diagnosi, quasi una sentenza di morte. Il piccolo non ha avuto nemmeno il tempo di combattere contro quel tumore al cervello che i medici gli avevano riscontrato.

Tanti i messaggi d'addio letti dal pulpito della parrocchiale, gremita oltre la capienza. “Amavi tanto i colori, ora puoi disegnare l'arcobaleno in cielo”, sono le strazianti parole della sorella maggiore Rachele. Una famiglia religiosa e numerosa quella di Cristiano, che era il più piccolo dei sei figli avuti da Attilio e Luciana. 

“Non dimenticheremo il tuo sguardo intenso e la tua voglia di imparare”, ha detta la maestra di Cristiano, che frequentava la seconda elementare. Un bambino dolce, che amava giocare a calcio. Tra i banchi della chiesa c'erano anche i suoi compagni di squadra e di classe, che al termine della cerimonia funebre hanno letto poesie e preghiere per accompagnare Cristiano nel suo ultimo viaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento