Picchiato e minacciato per mesi, il suo aguzzino lo deruba di oltre 2000 euro

Arrestato il 25enne pakistano che in pochi mesi era riuscito a farsi consegnare più di 2000 euro in contanti: la vittima un 20enne di Castelmella

Con le botte e le minacce era riuscito a “sottomettere” un ragazzo di qualche anno più giovane di lui: talmente spaventato, e in balia delle pretese del suo aguzzino, che in pochi mesi – da ottobre a gennaio – gli aveva consegnato più di 2000 euro in contanti.

Dopo una lunga attesa, e tanti torti subiti, il 20enne di Castelmella vittima delle angherie ha finalmente trovato il coraggio di denunciare l'accaduto: e così i carabinieri hanno arrestato un ragazzo di 25 anni di origini pakistane, adesso ai domiciliari con le accuse di estorsione continuata e rapina aggravata.

Le indagini hanno confermato le estorsioni reiterate: in più occasioni, e appunto da ottobre a gennaio, la vittima era costretta a effettuare prelievi dal bancomat da 250 euro la volta. Il caso più eclatante (da cui emerge anche l'accusa di rapina) nella notte del Capodanno scorso.

Il giovane malvivente, dopo aver picchiato il 20enne e altri suoi due amici, con calci e pugni, si era fatto consegnare i telefoni cellulari dei tre ragazzi. Non contento del bottino ottenuto, nel cuore della notte, ha poi nuovamente contattato la vittima delle sue lunghe angherie, per estorcergli altri 250 euro in cambio della restituzione dello smartphone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento