rotate-mobile
Cronaca

Folle lite, aggredito con un forcone: arrestato imprenditore agricolo

Lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti a offendere

Prima ha colpito il figlio, in testa, con un tubo di gomma, poi anche il padre, ma con un forcone, ferendolo al braccio e all'addome: dopo quanto accaduto, inevitabili per lui le manette. I carabinieri di Castelgoffredo, con il supporto dei colleghi di Piubega, hanno arrestato un agricoltore di 61 anni (ora ai domiciliari) accusato di lesioni personali aggravate e porto di armi o oggetti atti a offendere.

La violenta aggressione si è scatenata in una cascina di proprietà dell'uomo, che per diversi anni era stata data in affitto: il 61enne si è scagliato contro il suo affittuario e il figlio di quest'ultimo, tra l'altro impegnati nelle operazioni di trasloco, ormai decisi ad andarsene dopo una convivenza non sempre delle più serene.

L'ultima aggressione, armato di forcone

Secondo quanto ricostruito dai militari, infatti, sembra che negli anni passati tra i due ci siano stati diversi screzi: in particolare, il padrone di casa lo avrebbe accusato di averlo derubato di alcuni attrezzi edili e agricoli (ma senza mai aver sporto denuncia). Non è chiaro il movente dell'ultima aggressione. Sta di fatto che il 61enne, martedì, si è presentato in cascina e ha prima colpito il figlio e poi il padre.

Poteva andare peggio, molto peggio: armato di forcone ha ferito il suo “avversario” al braccio e all'addome. In pochi attimi sono stati allertati i carabinieri: arrivati, l'hanno accompagnato in caserma e poi arrestato. Il ferito è stato ricoverato in ospedale a Castiglione: se la caverà con una prognosi di 30 giorni. Il tribunale ha convalidato l'arresto del 61enne, che resterà ai domiciliari almeno fino al processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle lite, aggredito con un forcone: arrestato imprenditore agricolo

BresciaToday è in caricamento