Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Trova un razzo in soffitta e chiede aiuto: in paese interviene l'esercito

E' stato fatto brillare in campagna il razzo antigrandine trovato in una soffitta di Castel Mella: in paese sono intervenuti i militari del Genio di Cremona

Foto d'archivio

Non è da tutti salire in soffitta e trovarsi faccia a faccia con un razzo degli anni Sessanta: un cimelio assai pericoloso, che proprio per questo è stato prelevato e fatto brillare dai militari del Genio guastatori di Cremona dell'Esercito italiano.

Tutto è bene quel che finisce bene: a dare l'allarme un residente di Castel Mella, che mentre ripuliva il solaio ha trovato quello che a prima vista poteva sembrare un razzo e basta, e invece era il proiettile di un cannone antigrandine costruito ormai più di mezzo secolo fa.

In pochi giorni è stato organizzato il recupero, con la massima cautela: l'ordigno è stato poi fatto brillare nelle campagne del paese, lontano dai centri abitati. La pericolosità del razzo era data dalla presenza di una carica esplosiva interna, prontamente disinnescata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova un razzo in soffitta e chiede aiuto: in paese interviene l'esercito

BresciaToday è in caricamento