menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfrattato, cosparge di benzina i proprietari e minaccia di bruciarli vivi

Attimi di pura follia a Castel Goffredo, dove un uomo di 50 anni sfrattato da casa – non pagava l’affitto da nove mesi – ha chiuso dentro i proprietari, li ha innaffiati di benzina e ha minacciato di bruciarli vivi

Pare non pagasse l’affitto da nove mesi: inevitabile la notifica di sfratto. Lui non ci sta, convoca i proprietari della villetta in cui vive con una scusa, li chiude in casa e li cosparge di benzina, minacciandoli brandendo un accendino.

Attimi di pura follia a Castel Goffredo, dove un uomo di 50 anni – di origini tunisine – è stato arrestato dai Carabinieri per sequestro di persona, calunnia e minaccia aggravata. Dopo essere stato sfrattato ha deciso di vendicarsi nel peggiore dei modi, ma è stato fermato appena in tempo dai militari.

Chissà se avrebbe davvero acceso quella fiamma. Ma sta di fatto che dopo aver chiamato i padroni di casa, inventandosi di una perdita alle tubature, li ha chiusi dentro a chiave e li ha cosparsi di benzina. Poi, con l’accendino in mano, le minacce.

I due proprietari, marito e moglie, hanno allora cercato di scappare, spaccando la vetrata della porta per chiedere aiuto. Proprio in quel momento transitava una pattuglia dei Carabinieri, prontamente intervenuti per sedare l’animo agitato del 50enne sfrattato.

Si è arreso senza opporre resistenza: subito ammanettato, accompagnato in caserma e poi processato per direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto. La storia è stata raccontata dalla Gazzetta di Mantova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento