rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Chiari

Fermato dai carabinieri, in casa nascondeva 850.000 euro di "coca" (e una pistola)

Intercettato dai militari dopo la segnalazione di un collega

Tra casa e auto nascondeva più di otto chili e mezzo di cocaina, che rivenduta al dettaglio avrebbe potuto fruttare almeno 850mila euro: nella sua disponibilità sono stati sequestrati anche 4.400 euro in contanti e pure una pistola, nascosta nella cappa della cucina. Per lui, inevitabili, sono scattate le manette. I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Brescia hanno così arrestato, sabato pomeriggio, un uomo di origine albanese, residente a Chiari.

E' stato intercettato a Castegnato, con fare sospetto, da un militare in quel momento libero dal servizio, ma che ha subito allertato i colleghi della centrale operativa. I carabinieri hanno così raggiunto il luogo dove il pusher si stava muovendo, l'hanno aspettato e perquisito: nel suo marsupio sono stati rinvenuti circa 100 grammi di cocaina, circostanza che hanno fatto immediatamente scattare la perquisizione domiciliare.

In casa nascondeva 8 chili e mezzo di coca

Durante il controllo in casa sono stati trovati, nascosti in un mobile della cucina, ben 7 panetti di “coca” del peso di circa 7 chili e altri 6 involucri in cellophane che contenevano altra cocaina, per poco meno di un chilo e mezzo: oltre a questo sono stati sequestrati soldi in contanti, due bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento delle dosi.

In ultima, ma non per importanza, la pistola: si trattava di una Star Fire Arms calibro 9x19, munita di caricatore e con nove proiettili già in “canna”. Il giovane albanese, subito arrestato, è stato già trasferito in carcere a Brescia, a Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato dai carabinieri, in casa nascondeva 850.000 euro di "coca" (e una pistola)

BresciaToday è in caricamento