Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Chiari

Fermato dai carabinieri, in casa nascondeva 850.000 euro di "coca" (e una pistola)

Intercettato dai militari dopo la segnalazione di un collega

Tra casa e auto nascondeva più di otto chili e mezzo di cocaina, che rivenduta al dettaglio avrebbe potuto fruttare almeno 850mila euro: nella sua disponibilità sono stati sequestrati anche 4.400 euro in contanti e pure una pistola, nascosta nella cappa della cucina. Per lui, inevitabili, sono scattate le manette. I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Brescia hanno così arrestato, sabato pomeriggio, un uomo di origine albanese, residente a Chiari.

E' stato intercettato a Castegnato, con fare sospetto, da un militare in quel momento libero dal servizio, ma che ha subito allertato i colleghi della centrale operativa. I carabinieri hanno così raggiunto il luogo dove il pusher si stava muovendo, l'hanno aspettato e perquisito: nel suo marsupio sono stati rinvenuti circa 100 grammi di cocaina, circostanza che hanno fatto immediatamente scattare la perquisizione domiciliare.

In casa nascondeva 8 chili e mezzo di coca

Durante il controllo in casa sono stati trovati, nascosti in un mobile della cucina, ben 7 panetti di “coca” del peso di circa 7 chili e altri 6 involucri in cellophane che contenevano altra cocaina, per poco meno di un chilo e mezzo: oltre a questo sono stati sequestrati soldi in contanti, due bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento delle dosi.

In ultima, ma non per importanza, la pistola: si trattava di una Star Fire Arms calibro 9x19, munita di caricatore e con nove proiettili già in “canna”. Il giovane albanese, subito arrestato, è stato già trasferito in carcere a Brescia, a Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato dai carabinieri, in casa nascondeva 850.000 euro di "coca" (e una pistola)

BresciaToday è in caricamento