menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Formigoni assolve la giunta: «BreBemi riparta al più presto»

Relativamente alle indagini della magistratura sui cantieri di Fara Olivana e di Cassano D'Adda della Brebemi, il governatore lombardo, Roberto Formigoni, ha ribadito "l'estraneità della Regione Lombardia"

Secondo Formigoni, intervenuto in Consiglio regionale sulla vicenda delle tangenti che ha portato all'arresto del vicepresidente del Consiglio regionale, Franco Nicoli Cristiani, "si tratta di una presunta irregolarità nel conferimento dei materiali. Peraltro gli atti parlano di una contraffazione di certificati, il che colloca il presunto reato in un ambito ben definito e preciso, rispetto al quale Regione Lombardia non ha nessuna competenza né responsabilità".

Secondo Formigoni la società concedente Cal "é estranea ai fatti e, anzi, è parte lesa", così come la stessa concessionaria Brebemi "é anch'essa parte lesa" e lo sarà anche il consorzio Bdm, "qualora sia in grado di dimostrare di aver posto in essere gli adempimenti e i controlli imposti dalle disposizioni normative applicabili".

"E' importante che i lavori riprendano al più presto: ritengo urgente e doveroso - ha concluso Formigoni - chiarire al più presto le responsabilità e ristabilire le necessarie condizioni di legalità e sicurezza, per potere riaprire al più presto i cantieri di un'opera strategica per l'economica del nostro territorio, che non merita di essere minimamente rallentata per l'azione spregiudicata di qualche operatore disonesto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento