"Mi ha fatto ubriacare, poi mi ha violentato": denuncia shock di una ragazzina

Il fatto a Carpenedolo, in una festa privata: una ragazza di 17 anni sarebbe stata violentata da un coetaneo. Indagano i carabinieri, ma lui si difende: "Era consenziente"

L'avrebbe fatta ubriacare, con l'inganno, fino a quasi farle perdere i sensi. Quando lei ha cercato di riprendersi, andando a dormire per qualche ora, lui l'avrebbe violentata in camera da letto. Succede a Carpenedolo: questo almeno quanto racconta una ragazza di 17 anni, residente nella Bassa Bresciana.

Sarebbe stata violentata al termine di una festa in casa, appunto a Carpenedolo, da un suo coetaneo che lei conosceva bene, ragazzo incensurato e di buona famiglia. Sulla vicenda indagano i carabinieri: la ragazza, con l'aiuto dei genitori, ha raccontato tutto ai militari.

Il giovane accusato invece smentisce: secondo la sua versione, la ragazza avrebbe bevuto alcolici di sua spontanea volontà, ma soprattutto avrebbe accettato di buon grado il rapporto sessuale. Insomma, sarebbe stata consenziente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento