Cronaca

"Mi ha fatto ubriacare, poi mi ha violentato": denuncia shock di una ragazzina

Il fatto a Carpenedolo, in una festa privata: una ragazza di 17 anni sarebbe stata violentata da un coetaneo. Indagano i carabinieri, ma lui si difende: "Era consenziente"

L'avrebbe fatta ubriacare, con l'inganno, fino a quasi farle perdere i sensi. Quando lei ha cercato di riprendersi, andando a dormire per qualche ora, lui l'avrebbe violentata in camera da letto. Succede a Carpenedolo: questo almeno quanto racconta una ragazza di 17 anni, residente nella Bassa Bresciana.

Sarebbe stata violentata al termine di una festa in casa, appunto a Carpenedolo, da un suo coetaneo che lei conosceva bene, ragazzo incensurato e di buona famiglia. Sulla vicenda indagano i carabinieri: la ragazza, con l'aiuto dei genitori, ha raccontato tutto ai militari.

Il giovane accusato invece smentisce: secondo la sua versione, la ragazza avrebbe bevuto alcolici di sua spontanea volontà, ma soprattutto avrebbe accettato di buon grado il rapporto sessuale. Insomma, sarebbe stata consenziente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi ha fatto ubriacare, poi mi ha violentato": denuncia shock di una ragazzina

BresciaToday è in caricamento